CentOs, LaTeX e localizzazione…

In questi giorni mi è capitato di cominciare ad imparare LaTeX… anche se la documentazione riguardo questo linguaggio è abbondante (vi lasciero’ poi dei riferimenti), il primo scoglio in cui mi son dovuto imbattere son stati gli accenti…
E’ naturale che quello che dirò a qualcuno potrà essere utile, a qualcun altro no… tutto dipende dall’ambiente sottostante con cui si lavora, in particolar modo per quanto riguarda le impostazioni sulla localizzazione… nel nostro caso la distribuzione Linux in questione è CentOS 4.3 (in pratica la Red Hat Enterprise Edition in versione gratuita!).

Continue reading

Alimentatori Thermaltake…. mmm….

Quelli che mi conoscono sanno che l’ultimo pc che mi sono autocostruito e autoregalato era targato Thermaltake per quanto riguarda il case e l’alimentatore.
Sfiga vuole che ieri mattina all’accensione del pc, nessun tipo di segnale… il pc non ne vuole sapere di partire… al che ho pensato subito all’alimentatore, anche perchè ho provato a sostituire cavo di alimentazione e cambiar presa di corrente ma nulla da fare.

Il passo successivo è stato quello di sostituire il famigerato alimentatore con uno di scorta (che per fortuna tempo addietro avevo chiesto a Carlo di prendermi) pagato solamente 15 euro o poco più.
Dopo aver montato il nuovo alimentatore mi son accorto che effettivamente con questo nuovo di pallino tutto funzionava 🙁
Naturalmente il guasto è capitato a due anni e mezzo dall’acquisto e quindi ormai già fuori dai classici due anni di copertura garanzia. Ottimo! La cosa che mi brucia è che ci ho speso un fracco di soldi, per il discorso rumorosità, active pfc…. volevo insomma qualcosa di buono e che funzionasse nel tempo… beh magra delusione nel vedere che è durato appena due anni e mezzo… mentre l’alimentatore del mio serverino p3 450Mhz ha quasi 7 anni ormai… e negli ultimi tempi è stato accesso anche 24h/24h e 7d/7d….

In conclusione… è vero che la sfiga capita… e che il pezzo difettato puo’ capitare… ma se dovessi consigliarvi un alimentatore di certo non vi consiglierei questo:

Grave falla per Symantec Antivirus

La nota azienda di security eEye ha avvertito giovedi’ di una grossa falla che caratterizza Symantec Norton Antivirus 10.x e che permetterebbe l’esecuzione di codice arbitrario.

Stando a quanto riportato nell’advisory pubblicato proprio sul sito web di eEye, non sarebbe necessaria alcun tipo di interazione utente per sfruttare il bug.

La cosa più sconcertante è che una volta che l’exploit è stato lanciato, un cracker puo’ ottenere l’accesso ad una shell. Questo significa che l’attaccante è in grado di operare qualsiasi tipo di azione. E’ chiaro che questa vulnerability potrebbe essere ampiamente sfruttata da un eventuale worm che sia opportunamente programmato in maniera da infettare automaticamente il sistema.

Il problema sembra affligga milioni di utenti Symantec, stando a quanto riportato.
Sarebbero oltre 200 milioni i sistemi che utilizzano il software antivirus di Symantec.

Symantec sta attualmente verificando quanto riportato da eEye, ma non ha rilasciato alcuna informazioni in più. E’ naturale che appena la causa del problema sarà individuata, verranno rilasciati gli appositi fixes e patches.

Nonostante il codice vero e proprio dell’exploit non sia stato reso ancora noto, è solamente questione di tempo prima che qualche malintenzionato realizzi un software in grado di sfruttare la falla.

Questa vulnerabilità va ad aggiungersi alle altri gravi problematiche di sicurezza individuate recentemente, come ad esempio quella relativa allo Scan Engine e una falla relativa alla scansione di file RAR.

.:: SERVIZIO NEWS BY SECURNETWORK.NET – TECHTOWN.IT ::.

Obiettivo MCP

Ad alcuni di voi l’avevo già detto, comunque sia in occasione del Technet – Msdn Security Roadshow 2006 a cui ho assistito a Padova, ho vinto un voucher di certificazione gratuito durante una delle estrazioni giornaliere.
Questo cosa comporta? Che posso sostenere entro il 30/09/2006 presso un centro Pipeline un qualsiasi esame di certificazione Microsoft e diventare cosi’ MCP ovvero “Microsoft Certified Professional”.
Inutile dire che non voglio assolutamente sprecare l’occasione specie per il fatto che conseguire una certificazione professionale Microsoft era uno dei miei obiettivi una volta finita l’università in particolare avevo pensato ad una MCSA 2003, che consiste in 4 esami.

Questa bella notizia del voucher gratuito (sono la bellezza di quasi 150 euro di esame gratuiti), ha i suoi risvolti negativi… un’altra cosa che si va a sommare alle tante che ho già nella classica “TODO LIST”…
A parte questo volevo solo ufficialmente rendere noto che se fino a qualche giorno fa ho dato un’occhiata sommaria al materiale d’esame, da oggi parte la preparazione vera e propria… quindi uno studio serio e continuativo onde preparare nel migliore dei modi il primo esame di quelli che spero saranno una lunga serie…. l’esame in questione è il 70-270 “Installing, Configuring and Administering Windows XP Professional”….

Parto da questo perchè nella lista che ho preparato per la probabile MCSA 2003, sembra essere il piu’ abbordabile 😀
Ecco il probabile percorso:
– 70-270 Installing, Configuring, and Administering Microsoft Windows XP Professional
– 70-290 Managing and Maintaining a Microsoft Windows Server 2003 Environment
– 70-291 Implementing, Managing, and Maintaining a Microsoft Windows Server 2003 Network Infrastructure
– 70-228 Installing, Configuring, and Administering Microsoft SQL Server 2000 Enterprise Edition

Nuovi dettagli sui requisiti per Windows Vista

Windows Vista Beta 2 farà il suo debutto pubblico al WinHEC questa settimana, e Microsoft giovedì ha finalmente reso noti i dettagli per i requisiti hardware necessari per far girare il nuovo sistema operativo.
La compagnia di Redmond ha anche lanciato un programma chiamato “Get Ready” per preparare i consumatori e gli utenti all’upgrade.

Microsoft ha suddiviso i requisiti hardware in due categorie: Vista Capable PCs e Vista Premium PCs.

La definizione “Capable” si addice alla maggior parte dei computer che attualmente montano Windows XP e definisce il minimo indispensabile per avere un sistema Vista funzionante. In questa categoria rientrano pc con un processore almeno a 800Mhz e con 512mb di ram, una scheda video compatibile con le directx 9 e un hard disk da 20GB.

Per tutti quegli utenti che vorrano trarre il massimo da Windows Vista, incluso la nuova interfaccia utente Aero, sarà necessario disporre di un computer più performante.
Processore almeno di 1Ghz, 40Gb di hard disk, 1Gb di Ram, al solito una scheda video directx 9 compatibile con almeno 128Mb di Ram, necessariamente 256Mb per poter usufruire delle risoluzioni massime.
Per poter essere etichettati come “Premium ready pc” un sistema dovrà necessariamente avere un drive DVD, una scheda audio e un accesso Internet.

Naturalmente il consiglio di Microsoft a tutti gli utenti che stanno pensando ad un nuovo acquisto è quello di orientarsi verso un computer Premium ready.
Produttori come Dell, Gateway, Lenovo e Toshiba stanno già pensando di aggiungere il bollino Vista Ready ai propri sistemi.

Microsoft come detto sopra ha dato il via al programma “Get Ready” disponibile qui e indirizzato a tutti quei clienti che hanno intenzione di orientarsi nel prossimo futuro verso Windows Vista.
Gli utenti possono scaricare una beta del Vista Upgrade Advisor che aiuta a determina quale versione di Vista puo’ girare sul proprio sistema e quali eventuali upgrades hardware sono necessari.

Nei piani di Microsoft c’è l’idea di migliorare l’Upgrade Advisor Tool con funzionalità aggiuntive prima del lancio ufficiale del sistema operativo previsto per il gennaio prossimo.

.:: SERVIZIO NEWS BY SECURNETWORK.NET – TECHTOWN.IT ::.

Il successore di Front Page

Microsoft ha rilasciato lunedi’ la prima build pubblica di Expression Web Designer (EWD), l’ultimo componente della suite Expression, sotto forma di Community Technology Preview.
Web Designer si configura a tutti gli effetti come il successore di Front Page, e si va ad unire a Graphic Designer e Interactive Designer.

Il nome in codice del prodotto è “Quartz” e si tratta di un software con interfaccia WYSIWG che consente all’utente di creare siti web basati sui piu’ comuni standard web e layouts CSS.
Il programma è fortemente integrato con ASP .NET 2.0 e la sua uscita definitiva è prevista per l’inizio del prossimo anno.
Anche se sul sito di Microsoft è disponibile la Preview del programma per il download (sistema Windows XP o superiore), il link purtroppo riporta un messaggio d’errore che consiglia di riprovare domani mattina:

We are encountering technical difficulties.

We are working on this problem right now
and hope to have it resolved soon.

Please check back again tomorrow morning PST.

Per dire se questo programma potrà essere o meno un valido concorrente di Dreamweaver è bene aspettare e provarlo.

.:: SERVIZIO NEWS BY SECURNETWORK.NET – TECHTOWN.IT ::.