Storage sul web: quale scegliere?

Capita molto spesso di dover condividere file di qualche mega con amici e conoscenti: il piu’ delle volte si fa ricorso al proprio spazio web, gratuito o a pagamento, in maniera da rendere disponibile a tutti i contenuti.
Quando pero’ i file cominciano ad essere piu’ di uno il piu’ delle volte lo spazio a disposizione fornito dal provider non è sufficiente, quindi è necessario optare per uno dei tanti servizi di online file storage che si sono diffusi negli ultimi tempi.
Alcuni sono piu’ famosi di altri, tuttavia se vi interessa saperne di più a questo indirizzo è possibile leggere la recensione effettuata da PCWORLD riguardo 17 servizi di questo genere, che consentono a seconda delle caratteristiche di condividere i propri file o effettuare un backup di quelli più importanti.

Buona lettura!

Sun rilascia la BETA 2 di Java 6

Sun Microsystems ha rilasciato ieri la seconda beta di Java 6, release che dovrebbe essere indirizzata in maniera molto specifica a tutti quei programmatori del cosiddetto Web 2.0.

L’update aggiunge un framework per il supporto a linguaggi di scripting molto diffusi quali PHP.

Java SE 6 – anche conosciuto con il nome in codice “Mustang” – ora permette di effetuare mix tra codice Java e Javascript, inoltre include un completo “Web services client stack” in maniera da garantire supporto per le recenti specifiche nel mondo dei Web Services, JAX-WS 2.0 e JAXB 2.0 in primis.
Questa release inoltre supporterà Windows Vista.

La Beta 2 aggiunge anche un nuovo database al Java Development Kit (JDK).
Java DB infatti è la versione Sun del database opensource Apache Derby, che supporta tra gli altri triggers e stored procedures.

Il JDK aggiunge anche il componente GroupLayout proveniente da Netbeans GUI Builder e che consente capacità di sviluppo visuale basate sulle Swing.

Molti progressi sono stati fatti anche lato desktop. JAVA SE 6 si integra in maniera piu’ stretta con il sistema operativo nativo emulando il look and feel della piattaforma su cui gira e aggiungendo supporto per la stampa di testo e drag-and-drop.

La versione finale di Java SE 6 è attesa per l’autunno.
Per scaricare la beta è sufficiente visitare il Sun’s Developer Network Web site.
Per tutte le novità in maniera dettagliata incluse in questa Beta 2 è sufficiente cliccare qui.

.:: SERVIZIO NEWS BY SECURNETWORK.NET – TECHTOWN.IT ::.

Windows Live Messenger è qui

Microsoft ha finalmente rilasciato lunedi’ la versione finale di Windows Live Messenger a 240 milioni di utenti, segnando cosi’ il lancio ufficiale della famiglia di servizi Windows Live.
Tra le nuove features le cartelle condivise e le videochiamate/chiamate.

Come già molti altri sistemi di instant messaging Microsoft ha fatto del meccanismo delle chiamate un pilastro centrale di Windows Live Messenger.
Gli utenti saranno infatti in grado di effettuare chiamate gratuite da PC a PC, e persino verso i tradizionali numeri telefonici dietro pagamento di una piccola somma.
Quest’ultima feature sfrutta una partnership con Verizon.

Il servizio Windows Live Call sarà addirittura integrato in vari apparecchi telefonici: Uniden per gli Stati Uniti e Philips per l’Europa.
Anche Motorola ha annunciato di voler rilasciare entro la fine dell’anno un set cordless che supporti i servizi Windows Live.

Le video chiamate saranno rese disponibili grazie la tecnologia audio e video fornita da Logitech. La Microsoft ha detto che oltre 20 milioni di video chats vengono effettuate attraverso la propria rete ogni mese, e la compagnia ha sviluppato la propria linea di webcams soprannominate LifeCams che sono ottimizzate per il servizio Live.

Un altra nuova funzionalità di Windows Live Messenger sono le Cartelle Condivise, che consentono agli utenti di inviare un file ai propri contatti semplicemente trascinandolo in una cartella.
I contatti vengono mantenuti aggiornati attraverso Windows Live Contacts, un nuove servizio in stile Plaxo che sarà utilizzato anche da Windows Live Mail e MSN Spaces.
Microsoft ha riferito che oltre 25 milioni di persone stanno già usando Live Contacts.

Microsoft sta preparando piu’ di 20 nuovi servizi Windows Live che seguiranno il rilascio di Messenger.
“Questa giornata segna il lancio di Windows Live Messenger e il lancio di Windows Live in genere” ha detto Karin Muskopf, Windows Live product manager.
Nonostante Windows Live OneCare sia stato il primo servizio ad essere lanciato, Messenger è in realtà il primo grande servizio Live con cui gli utenti hanno una forte familiarità.

La release finale di Windows Live Messenger sarà un update per tutti coloro che hanno fatto da beta testers in questi ultimi tempi, mentre gli utenti MSN Messenger tradizionali se vorranno potranno continuare a mantenere il vecchio client.
Microsoft ha infatti annunciato che non avviserà gli utenti Msn Messenger attraverso il classico messaggio a popup. Per gli utenti non sarà necessario disinstallare MSN Messenger prima di fare l’upgrade.

Windows Live Messenger è disponibile in 26 lingue ed è progettato specificatamente per Windows XP Service Pack 2, nonostante il software sia in grado di funzionare anche su Windows Server 2003 e su Windows Vista beta 2.
Microsoft renderà ufficiale il supporto di Live Messenger su Vista solamente quando sarà rilasciata la versione stabile all’inizio del prossimo anno.

Unica nota negativa in tutto questo è che come affermato da Muskopf gli indirizzi @live.com e @windowslive.com non saranno disponibili per la registrazione per il 20 giugno come preventivato.
La compagnia sta ancora ultimando alcuni aggiustamenti dell’ultimo minuto e nuovi domini per i Windows Live ID debutteranno prossimamente.

.:: SERVIZIO NEWS BY SECURNETWORK.NET – TECHTOWN.IT ::.

Metallicaaaaaaaaa……

Non credo sia possibile descrivere a parole cosa vuol dire star sotto il sole per tutto il giorno… aspettando con ansia il concerto della sera… aspettando loro… i Metallica….

Ieri Heineken Jammin Festival… giornata incredibile….credo che incornicierò il biglietto….
Biglietto 42.50 euro… Birra da mezzo 5euro (ladri di merda)…. Vedere suonare i tuoi idoli davanti a migliaia di persone nn ha prezzo…
Tra i tanti pezzi… One.. Orion… Enter Sandman… The Unforgiven… Seek and Destroy… Sanitarium…. Fuel… ma soprattutto l’esecuzione di tutto l’album MASTER OF PUPPETS! 😀
Assurdo… al momento di Nothing Else Matters… avevo quasi i brividi… e non credo di essere stato l’unico 😛

Inutile dire che un buon 60-70% delle persone presenti aveva una maglietta rigorosamente targata “METALLICA”…
Inutile dire che le standiste erano delle fighe pazzesche…
Inutile dire che mi son scolato 1.5 litri di birra… e manco li ho sentiti…
Abbiamo fatto perfino un video messaggio all’inizio nell’area community… doveva passare assieme agli altri durante le pause tra i vari gruppi… peccato che assieme a tanti altri sfigati… siamo stati passati sui maxi-schermi proprio mentre facevano il soundcheck per una band.. e quindi solo video e niente audio… ci siamo solo visti…. cmq a quanto pare… su sito heineken.it dovrebbero metterli online tutti.. speriamo presto…..
Un paio di note negative… la triste figura dell’Italia a cui abbiamo assistito tutti… tra tifo e imprecazioni prima del concerto… e poi il fatto che eravamo riusciti ad entrare nella prima “vasca” di fronte al palco… ma purtroppo non avevano piu’ braccialetti da darci… con i quali avremmo potuto uscire e rientrare quando volevamo… cosi’ a malincuore siamo usciti visto che era impensabile rimanere li’ per un 10 ore di fila….

Cmq METALLICA 4 EVER… chi non ha visto un loro concerto non puo’ capire…
L’hanno prossimo brutti disgraziati… si va tutti assieme …. mi raccomando! DSI JAMMIN FESTIVAL FACCIAMO 😀

Vista Beta 2: da provare gratis!

Microsoft ha deciso di rendere disponibile a tutti il download della beta 2 di Windows Vista.
A questo indirizzo vengono fornite tutte le informazioni per scaricare direttamente la .ISO oppure per ordinare il sistema su DVD (con spese di spedizione minime).
Il vantaggio per coloro che ordineranno il DVD sembra sia quello di ricevere quando sarà pronta la versione RC1 un altro DVD gratuitamente, mentre per coloro che effettuano semplicemente il download, la disponibilità della nuova versione verrà segnalata via email entro fine anno.

E’ chiaro che lo scopo di Microsoft con questa mossa è di diffondere in maniera più capillare possibile il proprio sistema operativo in maniera soprattutto da ottenere feedback e la possibilità di correggere bug e imperfezioni in vista del rilascio ufficiale del sistema.

Cose di casa nostra…

Quante cose si sarebbero potute dire su questi primi giorni del governo Prodi? Non ho mai scritto nulla perchè sinceramente son rimasto talmente schifato da tante cose viste o sentite che ho preferito non “sprecare” una parola a riguardo….
Avrei potuto parlare di come il neo-ministro della giustizia Mastella si è affannato a far parlare di se’…. prima l’annuncio delle grazie a Bompressi e Sofri… poi l’intento di portare avanti la legge su indulto e amnistia…
Avrei potuto parlare della polemica scaturita dalla presenza tra i deputati della Rosa nel Pugno di un ex-brigatista…
Avrei potuto parlare della polemica scaturita in seguito alle votazioni in commissione difesa… dove si voleva eleggere una senatrice comunista e pacifista… che la prima cosa che ha fatto è stata quella di dire che avrebbe eliminato le frecce tricolore perchè inutili, inquinano e sono un spreco….
Non l’ho fatto perchè in questo blog mi son ripromesso di evitare argomenti o temi legati alla politica… qui si doveva parlare solo di informatica… e in maniera marginale di me… però certe volte non si puo’ fare a meno di scrivere… specie quando senti alla tv certe cose e su Internet leggi il resto…

“(ANSA) – ROMA, 8 giu – ‘I nostri militari in Iraq si stanno facendo valere alla faccia di qualche politico di estrema sinistra’ . Cosi’ il fratello di Mauro Pibiri Lo ha detto il fratello dell’ultima vittima della guerra in Iraq, Mauro Pibiri, a pochi metri dalla salma di suo fratello, poco dopo che il leader dei Comunisti italiani, Diliberto, recatosi alla camera ardente, si era chiesto perche’ i militari italiani non venissero ritirati prima dell’autunno.”

Con che coraggio si è presentato in quel luogo… con che faccia… e uscirsene e dire quelle parole… dopo che qualche giorno prima… assieme a altri “compagni” era andato fiero della sua contro manifestazione… della parata-pacifista… tenuta il 2 giugno… VERGOGNA!

Crackers mettono K.O il sito del governo svedese

La polizia svedese sta attualmente investigando circa un attacco che ha portato al malfunzionamento e all’irraggiungibilità del sito web ufficiale del governo nella giornata di domenica.

L’attacco rassomiglia a quello che è avvenuto giovedi’ scorso e che ha portato offline il sito della polizia nazionale.

Entrambi gli attacchi sembra siano direttamente collegati agli ultimi avvenimenti riguardanti il famoso sito dedicato a BitTorrent, The Pirate Bay.
I servers sono stati infatti confiscati poco tempo fa proprio dalla polizia svedese.

E’ scattato quindi una sorta di stato d’allerta perchè come è presumibile potrebbero verificarsi nei prossimi giorni altri attacchi informatici.
Molte agenzie e servizi governativi e autorità locali sono stati invitati alla massima attenzione.

L’azione contro Pirate Bay lo ricordiamo ha avuto luogo nonostante il sito stesso non facesse in alcun modo hosting di materiale protetto da copyright, ma offrisse unicamente un motore di ricerca e i file bittorrent utilizzati dai normali client per effettuare il vero download.

A Stoccolma si è tenuta nella giornata di sabato una dimostrazione di protesta, tant’è che il sito è tornato già online.

.:: SERVIZIO NEWS BY SECURNETWORK.NET – TECHTOWN.IT ::.

Il comando scp

L’utility scp (acronimo per secure copy) presente in praticamente tutte le distro linux è decisamente comoda, e utile per trasferire in maniera sicura e crittata file da una macchina locale ad una remota o viceversa.

La sintassi per trasferire un file locale ad una macchina remota è la seguente:

scp /path/to/<local_file> username@nomehost:/path/to/<remote_file>

Per effettuare l’operazione inversa ovvero da remoto a locale:

scp username@nomehost:/path/to/<remote_file> /path/to/<local_file>

Continue reading