WordPress 2.8.5: obiettivo sicurezza

La nuova versione di WordPress, la 2.8.5, rilasciata nei giorni scorsi promette maggiore sicurezza.
Descritta dal team di sviluppo come una “hardening release“, include un buon numero di funzioni retro-portate dalla versione 2.9 beta che dovrebbero rendere la piattaforma di blogging più resistente agli attacchi.

Peter Westwood
, sviluppatore del progetto, ha evidenziato che tra questi fix sono presenti quello legato al problema di attacchi DoS al sistema di Trackback e la cancellazione di porzioni di codice che permettevano l’esecuzione di script PHP in variabili attraverso l’uso della funzione eval().

Gli amministratori inoltre non saranno più in grado di effettuare l’upload di files arbitrari nella media library: ricordiamo che la white list di estensioni consentite finora era applicata solo agli utenti normali.
Lo scopo è rendere più difficile ad un eventuale attaccante che abbia compromesso un account amministrativo, di effettuare l’upload e l’esecuzione di codice PHP.

Il team raccomanda altresì di installare il plugin “WordPress Exploit Scanner” che consente di rilevare potenziali tracce di intrusione sui propri siti/blog.
Il plugin infatti cerca nei file e nel database (post, commenti, tag etc.) la presenza di potenziale codice malevole, tenendo di fatto sotto controllo anche la lista dei plugin attivi.
Come lo stesso sviluppatore dell’estensione Donncha O Caoimh tiene a sottolineare, questo plugin non previene in alcun modo eventuali attacchi.

Asus pubblica i sorgenti di Linux per Eee PC Seashell

ASUS ha pubblicato nei giorni scorsi i sorgenti Linux per la propria linea di netbook Seashell.
Fino ad ora infatti i netbook Asus sono stati messi in vendita anche in versioni che montavano Linux come sistema operativo pre-installato: tipicamente il prezzo di vendita al pubblico era inferiore rispetto allo stesso modello con Windows XP Home.

Con il rilascio dei modelli 1008HA e 1005HA (linea Seashell appunto) le uniche versioni disponibili sul mercato prevedevano Windows XP come OS installato.
Non era infatti prevista una versione che montasse il sistema operativo open source, anche se dopo questa mossa di ASUS molti sono propensi a credere che presto arriveranno i modelli basati su sistema Moblin.
La versione finale di Moblin 2.0 è stata rilasciata a fine settembre e stando agli sviluppatori, è stata testata sia su 1008HA che 1005HA.
In ogni caso Asus non ha ancora fatto dichiarazioni ufficiali a riguardo.

Il codice sorgente Linux disponibile è disponibile per le versioni 1008HA e 1005HA e consiste di circa 2.2GB, divisi in 5 parti che possono essere scaricate direttamente dal sito “Support Asus“.
I sorgenti rilasciati sarebbero conformi ai requisiti della licenza GPL, visto che viene fornito anche il codice che include le patches applicate dal produttore.

Il problema più grosso è che nonostante il codice sorgente sia completo, mancano degli script o dei file di configurazione che aiutino l’utente nel processo di compilare un sistema operativo completamente funzionante.

DotNetRomacesta – Gladiatori Fest

Su segnalazione dell’amico Emanuele Mattei pubblico molto volentieri una news riguardante l’evento Gladiatori Fest che si terrà mercoledi’ 21 ottobre 2009 a Roma presso l’Auditorium Sap Italia.
Tutte le informazioni circa l’evento si possono trovare a questo indirizzo: http://www.dotnetromacesta.org/EventoGladiatori.aspx

Di seguito l’estratto della descrizione del meeting:

Il primo evento gratuito dell’User Group DotNetRomaCestà, sulla tecnologia .Net, in cui saranno illustrati alcune tecniche di programmazione. Le varie sessioni di questo evento, della durata di un giorno, sono di livelli diversi da sessione a sessione, permettendo a chiunque di partecipare in base alle proprie conoscenze. Nel corso dell’evento, si affronteranno argomenti avanzati come MVC ed utilizzo del database Sql Server 2008, altre sessioni riguarderanno il nuovo ambiente di Sviluppo Visual Studio 2010, come il nuovo controllo Chart della tecnologia Asp.Net 4.0 e l’utilizzo delle api di Bing.
L’evento è completamente gratuito, per tanto non è disponibile un servizio di catering. Nelle vicinanze della struttura sono presenti bar e tavole calde, dove si potranno gustare buoni pasti
Durante l’evento verranno estratti dei numeri assegnati ai partecipanti in fase di registrazione, che permetteranno di ricevere alcuni “premi”, in particolare alcune copie dei libri, e licenze di Kaspersky.

Mega Patch-Tuesday ad ottobre per Microsoft

Nel prossimo Patch Tuesday del 13 ottobre, Microsoft si appresta a pubblicare 13 bullettin che coprono ben 34 vulnerabilità di sicurezza riguardanti molti prodotti.
Ben otto dei tredici bullettin sono stati classificati come “critical”, il livello più alto di rischio attribuito da Microsoft.

L’importanza di questo Patch Tuesday sta nelle correzioni di due bug molto seri riguardanti un bug in SMBv2 e un altro nella funzionalità FTP di IIS.
I prodotti interessati dagli aggiornamenti sono Microsoft Windows, Internet Explorer, Microsoft Office, Silverlight, Microsoft Forefront, Developer Tools, e SQL Server.

Ancora nessuna novità riguardo il pericoloso bug nelle CryptoAPI che lascia il “fianco scoperto” ad attacchi al protocollo SSL, compromettendo la sicurezza di browser e altri software che su di esse si appoggiano.

Netgear RangeMax WNR3500L: wireless 802.11n e Linux

Netgear ha annunciato il rilascio del proprio router WNR3500L che oltre al supporto per wireless-N monta anche un firmware Linux-based.
Il dispositivo è dotato di una porta Gigabit Ethernet e una USB 2.0 che consente di collegare un hard disk esterno o un modem USB 3G.
Questo nuovo modello monta un processore MIPS 480Mhz, 8MB di memoria flash e 64MB di RAM.

Il Netgear RangeMax WNR3500L supporta una vasta gamma di firmware open source, dai DD-WRT e OpenWrt al HyperWRT-based Tomato.
Le versioni compatibili del firmware sono disponibili per il download nell’apposita sezione della community myopenrouter.com.
Il firmware originale del device è basato su kernel Linux 2.4.20 e i sorgenti sono disponibili online.

Per ulteriori dettagli si rimanda alla visione della pagina web del prodotto e del relativo datasheet.
Stando alle dichiarazioni di Netgear il router dovrebbe essere disponibile a breve (autunno 2009, ormai ci siamo!).
Il prezzo sul mercato per quanto riguarda gli Stati Uniti dovrebbe aggirarsi sui 139.99$.

Avira AntiVir problemi di aggiornamento

Un aggiornamento di grosse dimensioni per gli utenti dei prodotti anti-virus Avira AntiVir ha causato problemi agli utenti della versione free Avira Antivir Personal.
Tentando di scaricare gli aggiornamenti delle ultime firme hanno riscontrato comportamenti anomali tra cui l’errata risposta da parte del programma che indicava che nessun update era disponibile.
Il problema è stato causato da un sovraccarico dei server Avira.

Dirk Knop, technical editor Avira, ha dichiarato che gli utenti dei prodotti Avira AntiVir Premium, Avira Premium Security Suite e Professional non hanno riscontrato alcun inconveniente visto che per le versioni a pagamento sono previsti server e banda dedicati.
I problemi (riscontrati ieri) sembrano al momento risolti e anche gli utenti della versione free dovrebbero essere in grado di aggiornare correttamente.
L’azienda ha dichiarato che nel giro di due settimane renderanno disponibile un sistema più performante in grado di far fronte alle elevate richieste di update quotidiane da parte delle versioni free.

Aggiornamento di sicurezza per Google Chrome 3

Google ha rilasciato un update di sicurezza per la versione 3 di Chrome. La nuova versione del browser WebKit-based è la 3.0.195.24.
Il bug corretto riguarda l’implementazione della funzione dtoa() utilizzata dal motore JavaScript V8 di Chrome per parsare le stringhe in numeri floating point.

La vulnerabilità contenuta nella Chrome sandbox può essere sfruttata da un ipotetico attaccante per eseguire codice arbitrario.
Affinchè l’attacco avvenga con successo è sufficiente che l’utente visita una pagina web appositamente modificata.
Per effettuare l’aggiornamento gli utenti possono utilizzare la funzionalità built-in di update accedendovi dai menu “Tools->About Google Chrome” e cliccando sul pulsante “Update”

Fonte: Google closes vulnerability in Chrome 3