P4P: la naturale evoluzione del trasferimento peer-to-peer

La Distributed Computing Industry Association e il suo “P4P Working Group” stanno lavorando ad un nuovo protocollo peer-to-peer, chiamato “Proactive network Provider Participation for P2P” o P4P. Esso viene descritto come un “sistema di trasferimento file peer-to-peer carrier-grade”.

Ciò che potrebbe però sorprendere è che tra le compagnie che compongono l’associazione rientrano non solo aziende come LimeWire, BitTorrent e Skype, ma anche AT&T e Verizon.
Il New York Times ha di recente pubblicato un articolo in cui enfatizza l’allarmante quantità di traffico dati che passa su Internet.
Nonostante la storia punti l’attenzione su siti come YouTube, è pur vero che il traffico P2P rappresenta per la maggior parte degli ISPs una grossa percentuale del traffico di rete.

Lo scopo del P4P è quello di ridurre il traffico sfruttando la topologia di rete nel trasferimento dati “selezionando” in maniera intelligente piuttosto che casuale i differenti peers, migliorando così l’efficenza del routing globale.
Riducendo infatti il numero di hops che un pacchetto deve fare da sorgente a destinazione si migliorano le condizioni globale del network.
Il paper intitolato “P4P: Explicit Communications for Cooperative Control Between P2P and Network Providers” è stato presentato in occasione della conferenza inaugurale del DCIA P2P Market a New York City, lo scorso venerdi’.
E’ stato mostrato come il P4P migliori il download rate del 205% rispetto a un classico download P2P, e dimininuisca il numero di hops necessari nell’instradamento interno degli ISP da 5.5 hops a a 0.89 hops.

E le informazioni sulla topologia di rete? Se ne occupa Verizon.
Questo non significa assolutamente che Verizon approvi i trasferimenti P2P, quelli illegali per lo meno.
Nel PDF infatti leggendo gli obiettivi del P4P Working Group: “… lavorare assieme e in maniera coordinata con i più grandi Internet Service Providers (ISPs), aziende distributrici di software peer-to-peer (P2P) e ricercatori al fine di individuare le best practices per l’uso del P4P come meccanismo di distribuzione dei contenuti e onde ottimizzare l’uso delle risorse di rete degli ISPs, garantendo la migliori performances possibili all’utente finale…”

APPROFONDIMENTI:
P4P Aims to Speed Peer-to-Peer File Transfers, Reduce Traffic – by RealTechNews
P4P: Explicit Communications for Cooperative Control Between P2P and Network Providers, research paper
P4P Working Group’s mission statement

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *