Aptana IDE bug: permessi sui file via ftp

Da un po’ di tempo a questa parte ho abbandonato definitivamente Dreamweaver come ambiente di sviluppo web e php.
Visto che per lavoro utilizzo quotidianamente Eclipse, ho pensato di impiegare questo ottimo IDE oltre che per lo sviluppo J2EE anche per piccoli progetti PHP.
E l’ho fatto mediante Aptana.
Aptana Studio è un IDE per lo sviluppo web e ajax, Eclipse-based, che puo’ essere utilizzato come applicazione standalone oppure come plugin per una installazione esistente di Eclipse.
Io ho appunto optato per quest’ultima soluzione.
Per incorporarlo in una installazione già esistente di Eclipse (nel mio caso una Eclipse Europa 3.3) è sufficiente seguire le istruzioni reperibili a questo indirizzo.
Una volta fatto questo per avere a disposizione anche strumenti e funzionalità di sviluppo PHP è sufficiente integrare l’apposito plugin (qui le istruzioni).

Dopo questa digressione su Aptana, tornando all’argomento vero e proprio del post, volevo porre l’accento su un bug che interessa la modalità di editing via FTP.
Per comodità e rapidità puo’ rivelarsi necessario intervenire direttamente via ftp su un sito/webapp già presente per modificare alcuni file o aggiungerne di nuovi in maniera immediata.
Nel far questo bisogna prestare attenzione al fatto che di default Aptana crea i nuovi file con permessi settati a 666 o rw-rw-rw.
Questa soluzione puo’ pero’ creare problemi in alcuni contesti.
Molti servizi di hosting infatti per motivi di sicurezza precludono la possibilità di impostare per file e cartelle il (w)rite bit per “All Users” e “Group Users”.
Questo comportamento è dovuto spesso all’uso di suphp (modulo per apache) o altri tool simili.
Accedendo quindi alla propria pagina php ci si potrà cosi’ trovare di fronte ad un bel messaggio d’errore “Server 500…etc.etc.”.
Va detto che per le modifiche sui file non v’è alcun problema (almeno non l’ho riscontrato), pero’ per i nuovi file che vengono creati si.
La soluzione sta quindi nel modificare a mano i permessi per i nuovi files a 644 o rw-r–r– o caricarli via qualche client ftp come Filezilla.

Attualmente infatti a quanto pare non v’è possibilità di cambiare i permessi dei file direttamente da Aptana o almeno questa funzionalità è preclusa per gli utenti della Community Edition.
Gli utenti della versione Pro invece possono intervenire seguendo queste istruzioni.

Sul forum di supporto di aptana si trovano parecchi topic a riguardo, tant’è che è stata aperta anche una segnalazione (STU-1792) sull’apposito sistema di bug tracking.
A quanto pare con la prossima versione 1.2 di Aptana dovrebbe venire introdotta una finestra di opzioni per consentire di impostare i permessi di default da assegnare ai nuovi file remoti.

Concludo semplicemente confermando la bontà di questo plugin e il consiglio per chi sviluppa webapp in Java di integrarlo comunque visto l’ottimo sistema di code assist/formatting e syntax highlighting/validation per i linguaggi Javascript, Html e Css.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *