Lo staff di Verizon sbircia tra le chiamate di Obama

Alcuni impiegati della compagnia americana di fonia mobile Verizon Wireless hanno avuto accesso in modo non autorizzato ad un account telefonico del neo-presidente eletto Barack Obama, dando una sbirciata tra i “dati personali”.
In una nota stampa, la compagnia ha fatto sapere che l’account è rimasto inattivo per parecchi mesi e che Obama l’ha usato unicamente per effettuare traffico voce da un normale cellulare: non quindi un Blackberry o uno smartphone in grado di supportare e-mail e servizi dati di ultima generazione.

Il numero dei dipendenti un po’ troppo curiosi non è stato reso noto, tuttavia la compagnia sta investigando a riguardo. Gli impiegati un po’ troppo zelanti sono stati momentaneamenti sospesi.
Questo spiacevole episodio mette nuovamente in evidenza il problema della sicurezza nelle comunicazioni per chi ricopre cariche cosi importanti.
La necessità inoltre di archiviare documenti ufficiali quali le stesse e-mails, porterà sicuramente Obama dal 20 gennaio 2009 (data di insediamento alla Casa Bianca) in poi a valutare soluzioni alternativa al semplice Blackberry di cui sembra fare parecchio uso negli ultimi tempi.

RIFERIMENTI:
Verizon staff break into Obama’s cell phone account, by Heise Security
Personal Cell Phone Account of President-Elect Obama Accessed by Unauthorized Employees

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *