Materiale per la certificazione 70-270

L’altro giorno ho inviato via fax il modulo e il voucher per prenotare l’esame… fissato per il 29 settembre ore 11.00… speriamo bene.
Adesso sono leggermente indaffarato a preparare un esame universitario per venerdi’ 15… Tuttavia volevo segnalare prima che mi passi di mente che in rete si può trovare materiale interessante per prepararsi ai test…

Ecco qui: http://testkiller.net/070-270.zip
Si tratta di una serie di domande in stile esame… utili per prepararsi e ripassare gli argomenti…
Leggevo un po’ in giro sui forum e newsgroup… e quanto pare… come qualche amico mi aveva già accennato i Testking sembrano essere i migliori in quanto a copertura degli argomenti d’esame e tipologia di domande… vedro’ di provvedere 😀

Tempo di uptime del sistema operativo

Per visualizzare da quanto tempo il vostro computer è acceso e sta funzionando è sufficiente utilizzare il comando systeminfo.
Questo comando mostra informazioni dettagliate sulla macchina come per esempio le periferiche di rete installate, memoria del sistema, gli aggiornamenti installati e cosi’ via.
Tra le informazioni presenti potete trovare anche “Tempo di funzionamento sistema” che vi dice da quanto il pc è acceso.
Un piccolo accorgimento per visualizzare unicamente il tempo di uptime è il seguente:
C:Documents and SettingsAdministrator>systeminfo | find "Tempo di funzionamento sistema"
Tempo di funzionamento sistema: 0 giorni, 15 ore, 40 minuti, 37 secondi

Nel caso invece vi troviate su una macchina con sistema operativo in inglese:
C:WINDOWS>systeminfo | find "Up Time"
System Up Time: 14 Days, 21 Hours, 35 Minutes, 48 Seconds

Fate attenzione a rispettare la sintassi del comando in particolare l’input tra virgolette per il comando find.
Questo comando è disponibile su Windows XP Professional ma non su XP Home Edition.

Vi propongo quindi un’altra alternativa: si tratta di utilizzare l’utility uptime.exe.
Questa non fa parte di default del sistema operativo ma la potete scaricare tranquillamente da questo indirizzo: uptime.exe
Per visualizzare semplicemente l’uptime del server o della workstation basta semplicemente:
C:>uptime
\XP1 has been up for: 0 day(s), 15 hour(s), 45 minute(s), 35 second(s)

Se invece vi interessano informazioni leggermente più dettagliate potete usare il flag -a:

comando uptime.exe windows xp professional

TIPS AND TRICKS BY Massimo Rabbi

A volte ritornano…

Quante volte vi è capitato di riascoltare canzoni che magari qualche anno fa erano la colonna sonora di certi periodi della vostra vita… o anche soltanto passavano talmente tanto in radio e/o tv che vi erano entrate in testa…. Canzoni neanche male.. ma che per forza di cose col tempo si dimenticano semplicemente perchè magari non sono dei gruppi o degli artisti che si ascoltano abitualmente…
Mi è ricapitato di ascoltare guardando un film una canzone di cui non riuscivo a ricordare il nome…
Poi con un po’ di googling sul testo l’ho beccata: Drive degli Incubus…

E poi l’altro ieri un’altra canzone ancora di cui ricordavo solo il nome della band: 3AM dei MatchBox 20

Ma quante altre ce sono….

L'avanzata del phishing

Stando ad una indagine effettuata da RSA Security quasi il 73% dei marchi di banche sfruttati dai phishers hanno sede negli USA.
Una percentuale del circa 9% riguarda istituti bancari con sede nel Regno Unito, tuttavia la percentuale di banche non americane è cresciuta del 6% rispetto al mese precedente.

Questo fenomeno è una diretta conseguenza della strategia dei phishers che cominciano ad utilizzare in maniera massiccia lingue diverse dall’inglese, riuscendo cosi’ a colpire un bacino di utenti molto piu’ vasto.

Nel mese di agosto mentre è salito il numero complessivo di attacchi è diminuito di quasi il 20% il numero dei vari enti presi di mira.
Questi dati sono indicatore di come i phishers stiano focalizzando la loro attenzione su un numero minore di marchi conosciuti a livello globale, del calibro di Paypal o eBay, con attacchi pero’ sempre piu’ massicci.

Per quanto riguarda gli istituti americani presi di mira i nomi restano piu’ o meno gli stessi, principalmente grosse società bancarie a livello nazionale, ma anche a livello regionale.
Tuttavia l’inchiesta porta alla luce come stia emergendo un trend preoccupante in cui vengono prese di mire anche banche di dimensione ridotta: questo fenomeno stando alle previsioni continuerà nell’arco del 2007.

Dando uno sguardo a dove sono invece localizzate le pagine incriminate, per la prima volta gli Stati Uniti scendono sotto il 50%.
Raggiungono complessivamente il 40% dell’hosting invece quattro paesi: Germania, Australia, Estonia e Svezia.
Strano a dirsi ma la Cina che rientrava nella top ten dei paesi che ospitano su spazi web spesso gratuiti o su server compromessi le pagine di phising è scesa ora al 16-esimo posto.

Telecom Italia fa schifo!!

Se vi posto il tracciato del comando “ping -t www.google.it” dell’ultima ora vi mettete a ridere.
Ho l’adsl che va e viene… possibile che con tutto quello che si paga al mese debba far cosi’ schifo il servizio?!
Se non fosse perchè qui c’è unicamente rete Telecom cambierei operatore… non oso immaginare cosa potrebbe succedermi se avessi Wind, Tiscali o Tele2 e dovessi passare pure per i call center di Telecom in caso di guasti alla rete….

E pensare che ho letto proprio oggi un articolo in cui Tronchetti Provera starebbe per vendere a Murdoch…. hahaha ma chissà può essere che risollevi le sorti di questa società che ormai fa acqua da tutte le parti… e che finamente si dia da fare per dare copertura a tutta Italia e migliorare infrastrutture e servizi.

And so what…. FUCK OFF! 😛

P.S: Anche per pubblicare sto post sto aspettando da 2 minuti che la linea torni su, guardando i “Richiesta scaduta” passarmi davanti nella console DOS.

Security Engineering – libro online

Stamattina cercavo un po’ di materiale sulla sicurezza in generale e mi sono imbattuto in questo interessante libro che penso possa interessare a qualcuno… per questo posto il link dell’home page dell’autore da cui è possibile effettuare il download gratuito dei capitoli in formato pdf.
Il titolo è “SECURITY ENGINEERING” e l’autore è Ross Anderson.
Link: download libro
Buona lettura!

Security Engineering Book Cover

Attacchi di phishing via SMS

Il nuovo fenomeno viene definito smishing ovvero SMS phishing e stando a quanto riportato dal noto security vendor McAfee, i virus/malware writers sembra stiano ora cominciando a focalizzare la loro attenzione su utenti di telefoni cellulari.

Il messaggio di testo che arriva è molto simile a questo:
‘We’re confirming you’ve signed up for our dating service. You will be charged $2/day unless you cancel your order: .”

E’ chiaro che un qualsiasi utente spaventato dalla possibilità di vedersi addebitare delle spese non effettuate si reca subito sul sito web a controllare.
Visitando il sito web però si viene invitati a scaricare un programma che si spaccia per un antivirus gratuito che in realtà è un Trojan horse che permette di trasformare la macchina infetta in uno zombie-pc che può essere controllato in maniera remota dai crackers.

Come è noto un computer facente parte di uno zombie network, viene molto spesso utilizzato per lanciare attacchi di tipo DDoS o per inviare messaggi di spam.

Questi “attacchi via sms” sembra siano partiti dalla Spagna e i messaggi vengono inviati sfruttando SMS gateways gratuiti. In particolare stando ai dati di McAfee gli SMS sarebbero indirizzati a cellulari con il Nokia Symbian OS Series 60.

La notizia è stata pubblicata da David Rayhawk, ricercatore presso McAfee, sul blog Avert Labs blog.

TDK sviluppa un disco blu-ray da 200GB

TDK ha annunciato giovedi’ che ha raggiunto un nuovo traguardo nel campo della memorizzazione dati su dischi Blu-ray, svelando l’esistenza di un prototipo in grado di contenere fino a 200GB.
Il disco raddoppia la capacità precedentemente raggiunta da un altro prototipo sempre di TDK che era in grado di raggiungere i 100GB appunto.
Tutto ciò è reso possibile creando sei layer distinti di dati ognuno dalla capacità di 33.6GB.

Il prototipo, come tutti i media Blu-ray, è a singola faccia.
“L’ambiziosa road-map per la tecnologia blu-ray è stata confermata come realistica, con limiti come questo che dimostrano l’ampio valore di questo formato contro i rivali anche in prospettiva futura” ha affermato Bruce Youmans vice presidente di TDK.
Disco a cosi’ alta capacità sembra verranno commercializzati e resi disponibili nei prossimi mesi.