The-skulls.com chiude…

Ho “definitivamente” chiuso il progetto THE SKULLS.
Era nato nei primi anni di università con l’intento di creare un luogo in cui raccogliere documentazione, appunti e quant’altro fosse risultato utile nell’affrontare i corsi universitari.
Raccoglieva anche molti degli articoli e tutorials che ogni tanto mi son divertito a buttar giu’.
L’ho chiuso perchè ormai non ha piu’ ragione di esistere… nel senso che già da tempo le pagine non venivano piu’ aggiornate…
D’ora in poi tutti i miei lavori verranno pubblicati su queste pagine e su quelle di Techtown.it.
Ho mantenuto cmq un backup del vecchio sito con i vari documenti, molti dei quali avevo già provveduto a spostarli nel repository qui su Securnetwork.
A conclusione di questa esperienza la cosa che mi lascia un po’ di amaro in bocca è l’aver visto che mai nessuno ha attivamente collaborato al progetto tranne i miei amici e colleghi di università… che mi han fornito alcuni dei loro appunti e/o tesi universitarie… questo nonostante notassi di frequenti accessi agli appunti dalla rete dipartimentale e dall’esterno.
A volte sarebbe bastato anche solo un grazie… o ancora meglio qualche segnalazione di errori perchè son convinto ce ne fossero.
Detto questo concludo ringraziando tutti quelli che in questi anni su The Skulls hanno partecipato attivamente con i loro appunti o passando sul forum per fare quattro chiacchere e sparare cazzate.
Alla prossima! 😀

MSN Soapbox aperto a tutti

Soapbox la piattaforma di Microsoft MSN che dovrebbe far concorrenza a YouTube, ha aperto i battenti al pubblico il 15 febbraio dopo un periodo di private beta già a partire da settembre dello scorso anno.
La beta pubblica del servizio è ora infatti disponibile a tutti, e la speranza di Microsoft è quella che l’interfaccia Web 2.0 sia in grado di attrarre sempre più utenti sottraendoli ai diretti concorrenti, YouTube in primis per l’appunto.

L’interfaccia consente di guardare un video sulla parte destra dello schermo e nel frattempo continuare a navigare tra gli altri video, cercandoli tra le altre categorie.
La funzionalità di upload dei video è decisamente interessante visto che comunque una volta che viene lanciato l’upload di un file, viene chiesto se si vuole caricarne un altro oppure se si preferisce continuare a navigare tra i video presenti online… la cosa fa molto “multitasking”!
Soapbox accetta 13 formati tra i più popolari e come YouTube ha il limite di 100MB sulla dimensione file. Tuttavia non ci sono limiti sulla lunghezza del video: YouTube lo limita a 10 minuti.
Sicuramente c’è ancora molto lavoro da fare sulla piattaforma e non è chiaro se questo “neonato” servizio di MSN riuscirà in qualche modo ad intaccare la fama di YouTube.
Quel che è certo che persistono ancora problemi per quanto riguarda la visualizzazione/navigazione con browser alternativi a IE, alcuni dei quali risolti con la nuova versione.
Stiamo dunque a vedere come si evolverà la situazione…. sicuramente sarà un esperimento interessante!

Telecom e i disservizi…

Nella giornata di ieri mi è capitato di leggere l’articolo su Punto Informatico relativo agli innumerevoli disservizi verificatisi in questi giorni sulla rete Telecom… puntalmente segnalati dagli utenti ma quasi mai presi in considerazione dalla mamma di Alice.
Dopo aver letto ho detto… “Ah ma non ero solo io allora a notare la cosa…”
In queste ultima settimana e mezza abbondante ho notato numerosi problemi di connettività… ping con tempi di risposta altissimi…
Siti irrangiungibili o sui quali si navigava a singhiozzo… altri che invece funzionavano normalmente…
Di primo acchitto avevo pensato potesse trattarsi della mia linea… che fosse “sporca”.. dopo la lettura dell’articolo mi son reso conto che la cosa era ben piu’ estesa 😀
Che dire… val la pena prenderla sul comico… come letto da alcuni commenti sul forum…
Adesso che abbiamo detto alla donna delle pulizie di non staccare la spina del server backbone per attaccare l’aspirapolvere, vedrete che non ci saranno più problemi.

Musica… due parole sugli FSC

Riprendo volentieri dal blog di Luca una segnalazione sugli FSC… il gruppo capitanato da Davide.
TGcom ha pubblicato una intervista dal titolo “Dai live di Battiato a Sanremo“, andatevela a leggere 😀
Intanto gli faccio un grosso in bocca al lupo per l’imminente avventura che partirà lunedì prossimo… lasciando un simpatico video di un duetto con Battiato 😉

Pericoloso bug di Firefox nella gestione cookies

Sembra che Firefox soffra di un bug che consente ad un eventuale attaccante di manipolare i cookies di autenticazione virtualmente di qualsiasi sito: la vulnerabilità è stata classificata su Bugzilla con un livello di gravità “major”.
Il problema, che sembra sia dovuto a come Firefox scrive la proprietà “location.hostname” del DOM (document object model), può essere sfruttata da uno script “ad arte” che imposti variabili che normalmente non verrebbero accettate in fase di parsing di un URL. Questo è quanto riferisce il ricercatore Michal Zalewski, che ha scoperto la vulnerabilità lunedi’.
Iniettando una stringa di testo che includa “x00”, i normali filtri di sicurezza possono essere bypassati, permettendo di imbrogliare il browser circa l’origine di un dominio che tenta di modificare o impostare un cookie.
Inutile dire come possa essere sfruttato in attacchi di phishing facendo credere al browser della vittima che si sta “parlando” con un sito fidato ad esempio quello della propria banca.
L’attaccante sarebbe cosi’ in grado di cambiare la proprietà document.domain.
Una dimostrazione della vulnerabilità che è stata testata su Firefox 2.0.0.1 è disponibile a questo indirizzo.

Tabella Desktop da Proprietà Schermo! UPDATE

Tempo fa avevo postato qualcosa riguardo alla sparizione della linguetta “Desktop” dalle proprietà dello schermo.
Il post lo trovate qui.
Mi ha scritto un utente che molto probabilmente è incappato nella mia pagina cercando una soluzione al problema.
Nonostante i passaggi specificati non è riuscito a risolvere il problema.
Ho trovato su Internet qualche piccola info in piu’ su come ovviare a questo problema, visto che la causa non è una sola.
Il post originale lo trovate qui su dotNetHell.it.
Riassumendo:
– cercate la chiave di registro HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftWindowsCurrentVersionPoliciesSystem
– impostate il valore della DWORD NoDispBackgroundPage a 0: è molto probabile che nel vostro caso sia impostata a 1.
Spero vi possa essere d’aiuto!

Low Level Format: ridare vita agli hard disk

Si tratta di una utility freeware per la formattazione a basso livello degli hard disk.
Tra le interfacce supportate: S-ATA (SATA), IDE (E-IDE), SCSI, USB, FIREWIRE. Big drives (LBA-48).
I produttori supportati invece sono: Maxtor, Hitachi, Seagate, Samsung, Toshiba, Fujitsu, IBM, Quantum, Western Digital.
Utilizzando un card-reader è possibile formattare a basso livello anche le FLASH cards.
E’ chiaro che dopo una formattazione con questo tool sarà pressoche’ impossibile recuperare vecchi dati dai dischi.
Quando possibile il programma sfrutta la modalità Ultra-DMA.

Il programma funziona su MS Windows 2000SP4/2003/XP.
Link per il download: qui.
Home page dell’autore: qui.

Gli iraniani cracckano Windows Vista

TaliyaNews ha riportato la notizia di come sui mercati software iraniani sia presente una versione cracckata e perfettamente funzionante di Windows Vista.
Nonostante tutti i sistemi di protezione implementati da Microsoft, sembra infatti che alcuni crackers iraniani li abbiano bypassati, tanto che una compania di software iraniana sta vendendo versioni “fully cracked” al costo di soli 8$, mentre la versione originale ha un costo di 650$.
La versione in questione consente agli utenti di avere un “serial number personale”, tanto da rendere “legale” la copia piratata!
Da parte di Microsoft non sono ancora state rilasciate dichiarazioni ufficiali.

Filtro antiphishing di IE7: consuma troppa CPU!

Microsoft ha rilasciato un aggiornamento per Internet Explorer 7: lo scopo è quello di ridurre il consumo eccessivo di CPU in cui ogni tanto incappa il software, specialmente quando fa uso del filtro anti-phishing.
Quando un utente cerca di aprire una pagina web con un grosso numero di frames, il filtro antiphishing porta il browser ad un consumo eccessivo di cpu.
“Questo succede quando il filtro valuta la pagina per ogni frame di navigazione, ne consegue un controllo multiplo e simultaneo della stessa pagina”, ha affermato Steve Reynolds, Internet Explorer programme manager.
L’update è attualmente disponibile per tutti gli utenti, ma l’aggiornamento viene scaricato in maniera automatica attraverso il sistema Windows Update, solo per gli utenti Vista. Tutti gli altri devono effettuare il download manualmente.

Di certo questa è un’altra nota negativa che va ad aggiungersi al tanto decantato filtro anti-phishing.
Una ricerca della Carnegie Mellon University di novembre ha riportato come IE7 fallisca nel bloccare oltre il 30% di siti di phishing testati.
A settembre invece uno studio di Microsoft aveva riportato come il browser fosse in grado di bloccare piu’ siti di phishing del rivale Firefox 2.0, salvo poi venir smentito da una ricerca di Mozilla che invece affermava la superiorità del proprio prodotto Firefox.