The Pirate Bay pianifica l'acquisto di Sealand

Il noto sito svedese di file-sharing The Pirate Bay sta pianificando di comprare i 550 metri quadrati del principato di Sealand, una piattaforma navale britannica situata nel mare del nord che risulta essere una “micronazione”.
Il gruppo ha infatti instituito una campagna per raccogliere i fondi necessari per l’acquisto dell’auto-proclamatosi stato sovrano di Sealand.
L’idea di The Pirate Bay è quello di mettere in piedi il più grosso tracker bittorent al mondo, sfruttando il fatto che questo “mini-stato” è al di fuori della giurisdizione del Regno Unito o di qualsiasi altro paese.
Il principato di Sealand e la sua compagnia di hosting HavenCo non hanno alcuni tipo di regolamento riguardo a copyright, brevetti, licenze, crittografia, tasse, DMCA, servizi di file-sharing.

Lo scorso anno The Pirate Bay era stato chiuso a seguito dell’intervento della polizia svedese, tornando nuovamente online su un nuovo server svedese dopo una breve permanenza su server olandesi.
Il gruppo ha affermato che “se non riusciremo a raggiungere i fondi necessari per l’acquisto di Sealand, tenteremo di comperare qualche altra piccola isola proclamandola come stato indipendente.”
L’interesse è andato anche alla Ladonia, una piccola isoletta situata nelle vicinanze della penisola scandinava, dichiaratasi indipendente nel 1996.

One thought on “The Pirate Bay pianifica l'acquisto di Sealand

  1. Pingback: .:: Securnetwork.net Blog - Massimo Rabbi ::. » The Pirate Bay compromesso: rubato il database

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *