Università del Missouri nel mirino dei crackers

Nei giorni scorsi si è verificato un grave “incidente” che ha portato al furto da parte di ignoti pirati informatici di ben 22mila Social Security number di studenti dell’università del Missouri. Quest’anno è già il secondo attacco di questo tipo. L’FBI si sta già occupando della questione e sta investigando sul caso.
L’intrusione sembra abbia avuto come luoghi di partenza Cina e Australia, ma è ancora tutto da verificare vista la possibilità che gli attaccanti abbiano dirottato e nascosto le loro tracce.

I crackers hanno avuto accesso in totale alle informazioni personali di ben 22.396 tra studenti e alunni che hanno lavorato/frequentato uno dei quattro campus a St. Louis, Kansas City, Rolla o Columbia nel 2004.
I dati sono stati ottenuti attraverso una pagina web usata per effettuare query sullo status dei tickets aperti con l’help desk universitario, un sistema dal quale tutti i dati non sono stati poi eliminati.
Già in gennaio si era verificata una situazione analoga in cui un cracker aveva avuto accesso al Social Security number di 1220 ricercatori universitari e passwords personali di 2500 utenti di un sistema online.
L’università si è subito mossa per contattare le persone interessate e fornendo istruzioni su come monitorare nell’immediato futuro eventuali attività sospetti riguardanti i propri dati personali.

APPROFONDIMENTI:
May 2007 Security Incident, Università del Missouri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *