Nuovi dettagli sui requisiti per Windows Vista

Windows Vista Beta 2 farà il suo debutto pubblico al WinHEC questa settimana, e Microsoft giovedì ha finalmente reso noti i dettagli per i requisiti hardware necessari per far girare il nuovo sistema operativo.
La compagnia di Redmond ha anche lanciato un programma chiamato “Get Ready” per preparare i consumatori e gli utenti all’upgrade.

Microsoft ha suddiviso i requisiti hardware in due categorie: Vista Capable PCs e Vista Premium PCs.

La definizione “Capable” si addice alla maggior parte dei computer che attualmente montano Windows XP e definisce il minimo indispensabile per avere un sistema Vista funzionante. In questa categoria rientrano pc con un processore almeno a 800Mhz e con 512mb di ram, una scheda video compatibile con le directx 9 e un hard disk da 20GB.

Per tutti quegli utenti che vorrano trarre il massimo da Windows Vista, incluso la nuova interfaccia utente Aero, sarà necessario disporre di un computer più performante.
Processore almeno di 1Ghz, 40Gb di hard disk, 1Gb di Ram, al solito una scheda video directx 9 compatibile con almeno 128Mb di Ram, necessariamente 256Mb per poter usufruire delle risoluzioni massime.
Per poter essere etichettati come “Premium ready pc” un sistema dovrà necessariamente avere un drive DVD, una scheda audio e un accesso Internet.

Naturalmente il consiglio di Microsoft a tutti gli utenti che stanno pensando ad un nuovo acquisto è quello di orientarsi verso un computer Premium ready.
Produttori come Dell, Gateway, Lenovo e Toshiba stanno già pensando di aggiungere il bollino Vista Ready ai propri sistemi.

Microsoft come detto sopra ha dato il via al programma “Get Ready” disponibile qui e indirizzato a tutti quei clienti che hanno intenzione di orientarsi nel prossimo futuro verso Windows Vista.
Gli utenti possono scaricare una beta del Vista Upgrade Advisor che aiuta a determina quale versione di Vista puo’ girare sul proprio sistema e quali eventuali upgrades hardware sono necessari.

Nei piani di Microsoft c’è l’idea di migliorare l’Upgrade Advisor Tool con funzionalità aggiuntive prima del lancio ufficiale del sistema operativo previsto per il gennaio prossimo.

.:: SERVIZIO NEWS BY SECURNETWORK.NET – TECHTOWN.IT ::.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *